lunedì 2 febbraio 2015

Da LUNA BLU Ayotzinapa 2015: ESTEBAN ALONSO RAMÍREZ HERNÁNDEZ (Costa Rica)

ELEGIA PARA JULIO CÉSAR MONDRAGÓN FONTES
(el número 44 de Ayotzinapa, que apareció el 27 de septiembre de 2014)

La primera vez que te vi tu rostro y tus ojos no estaban ahí. Leí cómo te los quitaron. Fue espeluznante. El frío que subía por mi espina me hizo insoportable el vacío del mundo.

Es mal momento para ser humano. Es mal momento para saber y sentir. Las distopías que temí son ya la realidad en que vivo.

Pasado el mareo decidí saber de vos. Descubrí que fuiste un héroe cuya última decisión fue correr para ayudar a sus compañeros atacados por la policía. Que tu hija es aún una bebé de brazos. Que tenías la edad de mi hermana menor. Que fuiste en una noche más valiente de lo que yo quizá nunca lo seré en mi vida. Eras un buen hombre y nos fuiste arrebatado junto a otros 43.

Desde la muerte y la distancia has sido ya el maestro que no se graduará en Ayotzinapa. Me has enseñado el horror de la historia y lo mejor del ser humano.
Si hubiera un cielo, me gustaría decirte que miraras hacia abajo las multitudes que te lloran, piden justicia y buscan a tus compañeros.

No nos pueden sacar los ojos a todos. No nos pueden callar a todos. No podrán arrestarnos, matarnos o desaparecernos a todos.

Nada podrá consolarme de que ya no estés… Excepto que estás, siendo semilla para un mundo que, espero, por fin se vea distinto.


ELEGIA PER JULIO CESAR MONDRAGON FONTES
(il numero 44 di Ayotzinapa, che è riapparso il 27 di settembre 2014)

La prima volta che ti ho visto il tuo viso e i tuoi occhi non erano lì. Ho letto come te li hanno strappati. È stato raccapricciante. Il freddo che mi saliva dalla spina dorsale mi ha reso insopportabile la vacuità del mondo.

É un brutto momento per essere umani. È un brutto momento per sapere e sentire. Le distopie che temevo sono già la realtà in cui vivo.

Passatami la nausea ho deciso di sapere di più di te. Ho scoperto che sei stato un eroe la cui ultima decisione è stata di correre per aiutare i propri compagni attaccati dalla polizia. Che tua figlia è ancora una bimba in fasce. Che avevi l’età di mia sorella minore. Che sei stato in una notte più coraggioso di quello che io sarò forse in tutta la mi vita. Eri un brav’uomo e ci sei stato strappato assieme ad altri 43.

Dalla morte e dalla distanza sei già stato il maestro che non si laureerà ad Ayotzinapa.
Mi hai insegnato l’orrore della storia e quanto di migliore ha l’essere umano.
Se esistesse il cielo, mi piacerebbe dirti di guardare verso giù le moltitudini che ti piangono, chiedono giustizia e cercano i tuoi compagni.

Non potranno strappare gli occhi a tutti. Non potranno chiudere la bocca a tutti. Non potranno arrestarci, ucciderci o farci sparire tutti.

Niente potrà consolarmi del fatto che tu non ci sia più.... salvo che continui ad esserci
come seme per un mondo che, spero, finalmente vedremo diverso.





















Nella copertina e nelle pagine di questa plaquette monografica: opere di Rigoberto Paredes, artista dell’Honduras. Per conoscere in maniera più approfondita la sua opera visitare il blog: http://eleos-arte.tumblr.com


Per il numero completo clicca


E' POSSIBILE RICEVERE NOTIFICA MAIL DELL'USCITA DELLA NUOVA PUBBLICAZIONE 
(CON LINK PER SCARICARE I VARI FORMATI) 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie!