venerdì 1 settembre 2017

GIOCHI TRADIZIONALI MESSICANI Catalogo della Mostra

Innumerevoli sono i giochi tradizionali dei paesi del mondo, alcuni molto simili tra loro, anche se provenienti da luoghi che non hanno nulla in comune, altri invece sono caratteristici di alcune zone specifiche e spesso si intrecciano ad aspetti culturali, storici, di folclore e tradizione locali. Attraverso i secoli e ad ogni latitudine, le donne e gli uomini di tutto il mondo sono stati accomunati dall’imperiosa necessità di giocare, da piccoli e anche da un po’ più grandi, vuoi con rudimentali pietre o con complesse applicazioni tecnologiche, per poi, spesso in età matura o senile, riavvicinarsi a passatempi ludici più tradizionali come le carte o le bocce. Il gioco non è mai un obbligo e perciò da sempre viene associato alla felicità, al desiderio libero, all’entusiasmo. Pertanto esso non è da considerarsi solo come ricreazione e svago, ma piuttosto come mezzo per lo sviluppo dell’immaginazione, dell’autonomia e del senso di autosufficienza: l’attività ludica riesce a liberare queste forze insite nell’uomo senza in realtà perseguire alcun fine dichiarato. E’ inoltre uno dei pochi atti in cui passione e razionalità convivono armonicamente, senza scatenare battaglie distruttive per l’identità umana.
L’arte è capace, forse in quanto gioco per eccellenza, di rappresentare una realtà diversa: è in grado di trasformare la verità in attraente bugia o, al contrario, di smascherare una seducente menzogna, di scardinare le categorie temporali, riportando il passato nel presente.
Il gioco è distensivo, è una forza liberatrice dai conflitti e dalle costrizioni della quotidianità: non è necessario [...]

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie!